Home > Calendar – Upcoming Actions > Biodiversity, Italiano, Local Food Economies, Online meeting, Poison-Free Food and Farming > Fermiamo i noccioleti intensivi, per un futuro senza pesticidi
08 febrero, 2021
5:00 pm
Online, Online

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

Conferenza di Terra Madre

L’Italia è il secondo paese al mondo nella coltivazione delle nocciole. La precede solo la Turchia, che da sola realizza il 70% del prodotto mondiale.

Registrati a questo link per partecipare attivamente all’incontro.

Le nocciole in Italia spopolano, con particolare riguardo per il Lazio, la Campania, il Piemonte. Sono piante relativamente facile da coltivare, e molto richieste dall’industria alimentare. Se non che, dietro le monocolture di nocciole si celano i soliti problemi di sempre. Territori selvaggi eradicati per essere piegati alle esigenze umane, impiego di fertilizzanti e diserbanti su larga scala, trasformazione radicale di interi paesaggi. Un ettaro di noccioleto coltivato in modo convenzionale rende fino a 50 quintali di nocciole, a fronte dei 15/20 quintali che si ottengono dalla coltivazione biologica, ma i due sistemi sono agli antipodi. In più, in un noccioleto convenzionale ogni anno sono sette o otto trattamenti di fitofarmaci per combattere i parassiti.
Serve un progetto nuovo, serve la responsabilità di tutti: amministratori, produttori, tecnici e cittadini ovvero l’intera comunità. Da qui può prendere avvio un nuovo modello di sviluppo sostenibile, per l’ambiente, per la nostra economia, per il nostro cibo, per la salute.

Intervengono:

  • Gabriele Antoniella e Alice Rohrwacher, Comunità rurale diffusa (Umbria-Tuscia)
  • Maria Grazia Mammuccini, presidente Federbio
  • Moreno Botti, Distretto rurale del Valdarno Superiore
  • Mauro Agnoletti, Osservatorio regionale sul paesaggio
  • Francesco Sottile, Università di Palermo, Slow Food Italia
  • Stefano Mantellini, azienda biologica Campo del Monte (Valdarno)
  • Viviano Venturi, Agricoltori Custodi
  • Claudia Panichi e Sandra Masi, Associazione produttori del Pratomagno

Introduce e modera: Manlio Masucci, Navdanya International

Durante l’incontro verrà proiettato Omelia Contadina – Film 2020 (durata 10’), regia JR, Alice Rohrwacher

Noccioland

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

Poison Free: dai territori l’alternativa vincente all’espandersi delle monocolture

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close