Home > Calendar – Upcoming Actions > Biodiversity, Poison-Free Food and Farming, Seed Freedom > « L’agricoltura che fa bene al clima »: incontro con Vandana Shiva
09 novembre, 2019
8:30
Biblioteca delle Oblate, via dell'Oriuolo 24, Firenze, Italy

Fonte

Vandana Shiva, la celebre scienziata e attivista indiana, presidente di Navdanya International, sarà a Firenze sabato 9 novembre per partecipare all’incontro sul tema « L’agricoltura che fa bene al clima », durante il quale presenterà il suo ultimo libro Agroecologia e crisi climatica , pubblicato da Terra Nuova Edizioni.

Vandana Shiva, la celebre scienziata e attivista indiana, presidente di Navdanya International, sarà a Firenze sabato 9 novembre per partecipare all’incontro sul tema « L’agricoltura che fa bene al clima » e presentare il suo ultimo libro Agroecologia e crisi climatica , pubblicato da Terra Nuova Edizioni.
L’appuntamento è alla Biblioteca delle Oblate in via dell’Oriuolo 24 a Firenze, alle ore 20.30.

Il nuovo libro di Vandana Shiva traccia un efficace e preciso percorso per combattere la fame nel mondo e frenare i cambiamenti climatici, nel nome della biodiversità e dell’agricoltura naturale, organica e rigenerativa. Propone, cioè, un nuovo paradigma scientifico che fa leva sulle buone pratiche, molte delle quali sono già disseminate in tutto il globo, e che vedono come protagonisti i piccoli agricoltori.
Oltre a Vandana Shiva, saranno presenti all’incontro pubblico: iNadia El-Hage, membro della Commissione Internazionale sul Futuro del cibo e dell’agricoltura, ex dirigente FAO; Bernardo Gozzini, climatologo e direttore del Consorzio Lamma e il genetista Salvatore Ceccarelli.
Modera l’incontro Nicholas Bawtree, direttore di Terra Nuova.

INGRESSO LIBERO E GRATUITO

QUI l’evento Facebook che potete condividere e al quale potete invitare i vostri contatti

Vandana Shiva, laureata in fisica, esperta di biodiversità, è attivista ambientale e presidente di Navdanya International.

Per Terra Nuova Edizioni è già co-autrice di Cibo e salute , volume che contiene anche un contributo dell’epidemiologo ed esperto di nutrizione Franco Berrino.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close